L' IMPAVIDA DI EMILIA
L' IMPAVIDADI EMILIA

 

Si potrebbe fare un ritratto dell’Emilia parlando delle biciclette;

 anche se ce ne sono in tutto il mondo, sembra qui la loro sede naturale,

 nella bassa padana dove all’improvviso arrivano da una carraia o da un portone

 e anche da sola, spiccando sugli argini contro il cielo,

 assume la forza di un simbolo locale come la luna bassa.

 

 Cesare Zavattini, Straparole, 1967

 

 

L’Impavida di Emilia è una manifestazione ciclistica con bici d'epoca su strade bianche giunta alla quarta edizione . Si terrà  domenica 17 settembre 2017, una settimana prima della manifestazione Piante e Animali Perduti.

Due percorsi cicloturiistici (45 e 75) , sulle rive del Po , adatti sia alle famiglie che agli sportivi  che, tra storia e natura, porteranno i partecipanti alla scoperta di un paesaggio affascinante ed unico nel suo genere.

L'evento inizierà domenica mattina con la partenza dei ciclisti per proseguire tutta la giornata con spettacoli di artisti di strada , percorsi guidati in bicicletta per i bambini e possibilità di visitare con una guida i monumenti di carattere storico e culturale di Guastalla

 

Al pari di Piante e Animali Perduti che si propone di diffondere la cultura della tutela delle varietà tradizionali di frutti, fiori, ortaggi, sementi e razze di animali rurali , L’Impavida si propone la valorizzazione del patrimonio di strade bianche che corrono lungo gli argini di bonifica e le golene del Po .

Valorizzando le strade perdute del Po si salvaguarda un paesaggio che testimonia un rapporto secolare di sostenibilità fra civiltà rurale e natura.

Molto spesso queste strade  sono parte integrante di antichi tratti utilizzati per il pellegrinaggio e per il commercio o per tramandare antiche usanze agricole e pastorizie, come la transumanza.

Sono strade che inseguendo fiumi e canali,  permettono di visitare Città d’Arte in sicurezza e per questo adatte ad un turismo slow rivolto a famiglie con bambini,  a tranquilli ecoturisti che vogliono coniugare i paesaggi e le attrazioni storiche e culturali all’enogastronomia.

I partecipanti a L’Impavida riscoprendo vie ormai dimenticate potranno rivivere le atmosfere e le sensazioni del ciclismo delle origini , calati in un paesaggio e in un ambiente che ancora mantiene  oasi di cultura e di tradizioni.

 

 

Sono promotori della manifestazione

Vitaliano Biondi di Officina di Progettazione

con Ivan Pavesi, Giuseppe Alai e Armando Nocco.

 

 

 

 

I par usei

la gent in bicicletta.

Apena al pé

al toca ancor la tera

a turna in ment

col c'i evum vrü smangà.

 

 Sembrano uccelli

 la gente in bicicletta.

 Appena il piede

 tocca ancora la terra

 torna in mente

 quello che avevamo voluto scordare.

 

Cesare Zavattini

 

www.impavida.info

L'IMPAVIDA ciclismo d'epoca

 

GUASTALLA ,

piazza Mazzini

 

domenica 16 settembre 2018

 

100.000 alla fine di settembre 2017

sostengono la manifestazione

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Vitaliano Biondi Viale Isonzo 20 42121 Reggio Emilia